• Photo Title 1
  • Photo Title 2
  • Photo Title 3
  • Photo Title 4
  • Photo Title 5

Addio alle cucine, ecco Palazzo Royal

Così cambierà volto via Piave dopo che, dagli anni Novanta, la vecchia fabbrica dismessa era stata lasciata nel degrado

 

royalDalla vecchia sede, ormai in degrado, della “storica” Royal cucine a un complesso residenziale e commerciale all’insegna della modernità e del benessere. Un importante intervento di riqualificazione, in linea con quanto auspicato trasversalmente per il futuro piano regolatore urbano, è in corso in una delle principali arterie della viabilità di Pordenone: via Piave, che collega la città a Cordenons. Proprio qui, all’altezza delle attuali scuole elementari di Torre, insisteva il vetusto fabbricato che ha ospitato per anni la Royal, marchio attivo da quasi un secolo nel settore delle cucine domestiche. Il sito, però, una volta abbondonato alla fine degli anni Novanta, ha lasciato spazio a degrado e a possibili rischi per la salute, a causa della presenza di amianti, alias eternit, normalmente usati per la copertura dei fabbricati dell’epoca. Da qui anche le lamentele dei proprietari contermini.

Ma ora l’area, con una volumetria complessiva di 6.400 metri cubi, sta per rivedere la luce, grazie all'intervento dell’Immobiliare Minerva, condotta da Guido Del Ben e i suoi figli e operante da oltre un trentennio nel territorio provinciale, che ha acquistato le strutture esistenti, bonifandole, e realizzando (i lavori termineranno nella prossima primavera) un complesso abitativo (denominato, per l’appunto, Palazzo Royal), arretrato rispetto al fronte strada e con un unico accesso pedonale-carraio da via Piave, di quattro piani: il piano terra è destinato, almeno in parte, ad attività commerciali, mentre gli altri ospiteranno unità residenziali con diverse tipologie abitative. Una riqualificazione complessiva che punta al risparmio energetico e al raggiungimento di un coerente rapporto con il contesto circostante, anche attraverso la realizzazione di idonei spazi per parcheggi pubblici, potenzialmente utili alle scuole limitrofe, e di spazi verdi.